Appunti del Gospel di domenica 08 settembre 2019

Rivedi qui la predica: Domenica Gospel @ Milano | Affrontando alcuni miti sulla preghiera

Questa è stata la prima settimana di settembre, siamo quasi tutti rientrati dalle vacanze, questo mese ci dà l’illusione di un nuovo anno o un nuovo inizio come se fosse il primo di gennaio. Potremmo stilare una lista di quello che vorremmo fare, con obiettivi e nuovi progetti, ma su chi baseremo il raggiungimento di essi? Una delle chiavi, più importanti della vita del credente per realizzarsi e portare a compimento i propri desideri è la preghiera.

Pregare significa stare alla presenza di Dio con un’attitudine di fede e avendo la consapevolezza che Dio è buono e accoglie sempre con amore le nostre richieste. Una vita di preghiera è anche una certezza della relazione con il Signore perché se noi abbiamo qualcosa da dire di intimo e privato, non andremo da qualcuno di cui non ci fidiamo  con il timore di non essere capiti ed ascoltati come vorremmo.

Nella Bibbia l’amore incondizionato di Dio per noi è ovunque, attraverso le Sue promesse possiamo comprendere questa caratteristica sovrannaturale di nostro Padre. Quando si è genitori, non ci “importa” se nostro figlio sbaglia o  non corrisponde alle nostre aspettative, noi lo ameremo comunque. Un padre o una madre esercitano una caratteristica che appartiene anche a Dio, cioè la tenerezza. Non dobbiamo dimenticarci che Lui ha tanto amato il mondo da scarificare il suo unico figlio per tutta l’umanità dal Vangelo di Giovanni 3:16.

Chi è Colui a cui ci rivolgiamo  è chiaro, se leggiamo la Bibbia e viviamo secondo i suoi comandamenti, ma noi cosa dobbiamo fare? Avere fede, che in qualunque momento il Signore ci risponderà secondo la sua volontà in Cristo Gesù, che non possiamo chiedere niente che sia contro questo principio. Ci possiamo domandare cosa stiamo chiedendo:  è nella sua volontà? E’ una richiesta che porterà giovamento solo a me o anche ad altri?

Un aspetto importante della fede è l’insistenza, perché ci sono dei versetti che ci ricordano anche il Suo desiderio che noi gli chiediamo delle cose, la dimostrazione di fede è non smettere mai di farlo perché Se Lui lo ha detto, lo farà!

Alcuni di questi passi del Nuovo Testamento ci aiutano a capire al meglio il pensiero del Signore riguardo alla preghiera fatta con fede, ma anche ci insegna a come non pregare, ad esempio dubitando di Colui che ci sta ascoltando in quel momento.

Vangelo secondo Matteo 7: 7

Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. 8Perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. 9Chi di voi, al figlio che gli chiede un pane, darà una pietra? 10E se gli chiede un pesce, gli darà una serpe? 11Se voi, dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro che è nei cieli darà cose buone a quelli che gliele chiedono!

1Giovanni 14-15

14 Questa è la fiducia che abbiamo in lui: che se domandiamo qualche cosa secondo la sua volontà, egli ci esaudisce. 15 Se sappiamo che egli ci esaudisce in ciò che gli chiediamo, noi sappiamo di aver le cose che gli abbiamo chieste.

Giacomo 4:2-3

2 Voi bramate e non avete; voi uccidete e invidiate e non potete ottenere; voi litigate e fate la guerra; non avete, perché non domandate; 3 domandate e non ricevete, perché domandate male per spendere nei vostri piaceri.

Giacomo 1:5-8

5Se qualcuno di voi manca di sapienza, la domandi a Dio, che dona a tutti generosamente e senza rinfacciare, e gli sarà data. 6La domandi però con fede, senza esitare, perché chi esita somiglia all’onda del mare mossa e agitata dal vento; 7e non pensi di ricevere qualcosa dal Signore 8un uomo che ha l’animo oscillante e instabile in tutte le sue azioni.

Ilaria

*l’articolo è frutto di appunti liberamente presi da Ilaria, del team writerS, al solo scopo di dare una idea di quanto detto durante il Gospel. In ogni caso questo testo non riporta letteralmente le parole dette dallo speaker e, quindi, non posso essere usate come citazioni dirette.

2019-09-12T20:41:02+02:00