Appunti del Gospel di domenica 03 febbraio 2019

Guarda la predica cliccando qui: Domenica Gospel @ Milano | La potenza dell’uno.

Spesso ci preoccupiamo di non essere abbastanza affinché Dio si usi di noi e a volte ci nascondiamo dietro al fatto che siamo da soli nell’ambiente che frequentiamo tutti i giorni: al lavoro, a scuola…

Ma se leggiamo la Bibbia con attenzione ci renderemo conto che il Signore sceglie sempre una persona da cui far partire la differenza.

Questo è ciò che è successo ad Abramo, come scritto in Genesi 18:19-24; Dio designò Abramo, un uomo solo, come padre di una discendenza numerosa come le stelle nel cielo, che avrebbe praticato la giustizia e il diritto. Successivamente, negli stessi versi si nota come Dio specifica, sotto supplica di Abramo, che se ci fossero state anche solo dieci persone giuste nella città di Sodoma, Egli per amor loro, ne avrebbe annullato la distruzione.

Alla fine dieci persone giuste non furono trovato; l’unico retto in tutta Sodoma era Lot, cugino di Abramo e per amor suo, il Signore ha fatto scampare dalla distruzione tutta la sua famiglia. Anche Noè ha avuto un’esperienza simile, era infatti l’unico uomo giusto su tutta la terra e, insieme alla sua famiglia è stato l’unico a sopravvivere al diluvio.

Un altro esempio è quello di Mosè: in un periodo in cui un intero popolo stava implorando aiuto e salvezza a Dio, il Signore ha innalzato un uomo solo per riportare giustizia.

O ancora Daniele che da solo ha cambiato la storia di una nazione intera che era idolatra.

Tutti questi esempi devono servire a dimostrarci l’amore e la fiducia che Dio ha nel singolo, quindi in ognuno di noi, quando siamo sul posto di lavoro, da soli, o a scuola nella stessa situazione; e magari restiamo nascosti, quasi vergognandoci di parlare dell’ ”aspetto cristiano” con le persone che incontriamo. Nonostante questo sia il nostro compito, il motivo per il quale viviamo su questa terra è per parlare di Lui e del suo amore meraviglioso per ogni singola persona nel mondo.

Quindi se intorno a te è rimasto tutto immutato da anni, significa che c’è un problema con la tua fede. Perché Dio innalza persone in tempi difficili per portare un cambiamento, per riportare la vita, ma se tu non agisci stai pur certo che verrà scelto qualcun’altro. Infatti, quella che ci viene data da Dio è un’opportunità e la nostra vita deve servire per dimostrare che non la sprecheremmo per nulla al mondo. Come è scritto in Ezechiele 22:30.

Non dobbiamo lasciarci bloccare dalla paura o dal fatto che magari quando parleremo una sola persona starà ad ascoltarci, perché non conosciamo i piani di Dio, non possiamo sapere quale progetto Egli riuscirà a compiere proprio attraverso quella persona a cui abbiamo parlato, ma dobbiamo solo pensare ad investire su quella persona dando il nostro massimo, così assomiglieremo al nostro Dio. Infatti non siamo stati creati per vivere per noi stessi, bensì per dare seguendo la visione del Signore, per quanto oscura ci possa sembrare. Ricordandoci sempre che i piani di Dio sono immensamente più alti dei nostri.

Ecco i migliori tweet:

  • Quanto più benedici sarai benedetto
  • Uno con Dio è sempre la maggioranza
  • Dio è un Dio di piani e di propositi
  • Per Dio la tua vita ha il valore della Croce di Gesù
  • Quando metti Dio al di sopra di tutto avrai sempre il necessario al momento giusto
  • Dobbiamo credere che Dio ha qualcosa per noi
  • Sii la risposta di Dio nella vita delle persone
  • Una fede vera influenza le persone attorno a noi
  • Ogni famiglia ha qualcuno scelto da Dio per far arrivare la Sua grazia e il Suo amore
  • Genesi 18:20-23 || Bastano poche persone per fare la differenza

 

Rebecca

*l’articolo è frutto di appunti liberamente presi da Rebecca, del team writerS, al solo scopo di dare una idea di quanto detto durante il Gospel. In ogni caso questo testo non riporta letteralmente le parole dette dallo speaker e, quindi, non posso essere usate come citazioni dirette.

 

2019-02-05T14:26:27+00:00