Appunti del Gospel di domenica 15 settembre 2019

Riguarda la predica qui Domenica Gospel @ Milano | Lo spirito che si innalza contro i profeti

La nostra guerra, come scritto in un verso biblico molto conosciuto (Efesini 6:12), non è contro uomini di carne e sangue, non è una cosa umana bensì contro forze spirituali che si muovono intorno a noi aspettando il momento giusto per attaccarci, solitamente quando siamo isolati deboli e disattenti.
Per combatterli, quindi, Dio ci ha donato la sua forza e la sua autorità.

Apocalisse 2:18-21
In questa lettera dedicata alla chiesa di Tiariri, il Signore, attraverso le parole di Giovanni, ci insegna che non dobbiamo tollerare Iezabel, la moglie del peggiore re che Israele abbia mai avuto (Acab) che era anche una sacerdotessa di Baal.
La Iezabel citata nella lettera, però, non è la donna che aveva vissuto molti anni prima, bensì si tratta dello spirito che la animava. Che la spingeva a passare la sua vita a combattere i profeti. Non si tratta di uno spirito prettamente femminile può prendere anche gli uomini.
È uno spirito di manipolazione, seduzione, idolatria e immoralità.

Un punto fondamentale per comprendere come agisce questo ‘demone’ è il fatto che c’è sempre al suo fianco qualcuno facilmente manipolabile, una persona debole, senza questo, infatti, Iezabel non può esercitare la sua autorità

Come attacca questo spirito?
Iezabel andava sempre in particolare contro Elia nonostante non fosse l’unico profeta a quel tempo, questo perché Elia era ascoltato dal popolo, aveva autorità e riusciva a guidare Israele a seguire i precetti di Dio.
Inoltre questo spirito faceva distruggere gli altari dedicati al Signore per evitare che il popolo pregasse e avesse un contatto diretto con Lui, poiché sapeva che questa è la chiave del risveglio.
Lo spirito di Iezabel cerca infatti di far tacere i profeti ad esempio facendo pensare loro di non riuscire nel loro intento, di non essere abbastanza, spingendoli sull’orlo della depressione, come accadde anche a Elia in un momento della sua vita.

Capita continuamente nella storia che si ripresenti lo spirito di Iezabel, sempre nella Bibbia si parla ad esempio di Giovanni Battista che venne ucciso dalla ballerina Salomè sotto consiglio di sua madre che era la moglie del re. Questo accade in ogni tempo, anche ai giorni nostri. Ma la buona notizia, è che ogni volta che si alza una Iezabel Dio alza un Elia per contrastarla e viceversa.

Per questo è fondamentale fare battaglia spirituale, sia contro questo spirito sia contro i suoi figli, non appena ci si rende conto della sua presenza. Perché il male bisogna tagliarlo alla radice ed è sicuramente più facile riuscire a distruggerlo prima che diventi un problema insuperabile.

Ecco i tweet del Gospel:

  • La generazione di Elia è quella che urla nelle piazze ciò che non va
  • Non disprezziamo ciò che è piccolo, ne nel bene ne nel male, perché può crescere sia nel bene come nel male
  • Ogni volta che appaiono piccoli segni di immoralità, la chiesa deve alzarsi per tagliarla alla radice
  • Ogni volta che nella storia si innalza una Jesabel, Dio innalzerà un profeta come Elia
  • Lo spirito di Jesabel prende sempre di mira chi sta portando frutto
  • Lo spirito di manipolazione è quello che in modo gentile ti porta lontano da Dio

Rebecca

*l’articolo è frutto di appunti liberamente presi da Rebecca, del team writerS, al solo scopo di dare una idea di quanto detto durante il Gospel. In ogni caso questo testo non riporta letteralmente le parole dette dallo speaker e, quindi, non posso essere usate come citazioni dirette

2019-09-18T20:05:17+02:00